Blog

23Mar, 11

La Cassazione Penale, con la sentenza n. 5752/11, ha sancito che si rende colpevole del reato di “violazione degli obblighi di assistenza familiare” punito dall’art. 570 C.p., il genitore che decide unilateralmente di ridurre l’importo dell’assegno di mantenimento per i figli determinato dal Giudice della separazione o del divorzio. Soltanto la comprovata incapacità di far fronte all’impegno, consente di diminuire l’importo: il genitore dovrà, dunque, fornire prova concreta della propria indigenza o, comunque, dell’impossibilità a versare la cifra pattuita.

»» RICHIEDI CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO ««

Lascia un commento!

Nessun commento

Spiacenti ancora nessun commento