Blog

16Mar, 11

La Cassazione Civile (sentenza n. 3680/11) ha stabilito che, nel caso in cui un cane randagio aggredisca un alunno all’interno della struttura scolastica, l’Istituto è obbligato al risarcimento dei danni, in quanto su di esso grava l’obbligo di vigilare sulla sicurezza e l’incolumità degli allievi. Tale obbligo, scaturente dalla semplice iscrizione scolastica, deriva dal fatto che “con l’iscrizione gli alunni sono affidati all’Amministrazione scolastica”. La Suprema Corte ha inoltre chiarito che il danneggiato deve limitarsi a provare che il danno si sia verificato nel corso dello svolgimento del rapporto con la scuola, mentre grava sulla scuola l’onere di dimostrare che, avendo provveduto a predisporre tutti gli accorgimenti necessari ad impedire l’ingresso ad estranei,  l’evento lesivo sia stato determinato da causa ad essa non imputabile.

»» RICHIEDI CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO ««

Lascia un commento!

Nessun commento

Spiacenti ancora nessun commento

Lascia un Commento