Blog

1Mar, 11

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con la sentenza n. 3042/11, ha chiarito che non è legittimo il licenziamento del lavoratore che abbia insultato il superiore, a condizione che si sia trattato di un episodio isolato e che il dipendente non abbia mai avuto precedenti richiami comportamentali. Il caso ha riguardato una lavoratrice che, alla presenza di altri colleghi, aveva pronunciato espressioni offensive nei confronti del suo superiore. La Corte ha specificato che detto comportamento, per quanto grave, non giustificava il licenziamento disciplinare perché avente carattere episodico e perché la dipendente, in precedenza, non aveva mai assunto atteggiamenti analoghi.

»» RICHIEDI CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO ««

Lascia un commento!

Nessun commento

Spiacenti ancora nessun commento

Lascia un Commento