Blog

17Giu, 10

Con la sentenza n. 13285/2010 la Corte di Cassazione ha statuito che il datore di lavoro può procedere all’assunzione di un disabile, con contratto a tempo determinato, senza l’obbligo di specificare le motivazioni di tale scelta. L’assunzione di un disabile, infatti, non è regolata dal D.Lgs 368/2001 che disciplina il lavoro a tempo determinato, ma dalla Legge 68/1999 “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” che non prevede alcun obbligo di giustificazione. La Suprema Corte ha chiarito che il fine precipuo della Legge 68/1999 è proprio quello di promuovere l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone invalide nel mondo del lavoro, attraverso un regime di collocamento mirato derogatorio della disciplina generale.

»» RICHIEDI CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO ««

Lascia un commento!

Nessun commento

Spiacenti ancora nessun commento

Lascia un Commento