Blog

19Mag, 10

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10924/2010, ha stabilito che la multa per eccesso di velocità, effettuata a mezzo di Telelaser, è comunque legittima, anche nel caso in cui manchi la prova fotografica, quando la riferibilità della velocità rilevata dall’apparecchio ad uno specifico veicolo risulti in un’attestazione dell’organo di Polizia Stradale. La Suprema Corte ha infatti chiarito che l’attestazione di quanto accertato direttamente dal personale di Polizia ben può integrare la rilevazione elettronica di eccesso di velocità attribuendo la stessa ad uno specifico veicolo ed ha efficacia probatoria fino a querela di falso; è suscettibile di prova contraria unicamente il difetto di omologazione o di funzionamento dell’apparecchiatura elettronica.

»» RICHIEDI CONSULENZA SU QUESTO ARGOMENTO ««

Lascia un commento!

Nessun commento

Spiacenti ancora nessun commento